Windows 8.1 come risolvere errore 0x80073cf9 in Windows store

  • Se provando ad installare o ad aggiornare un programma col Windows store ricevete un errore 0x80073cf9, allora molto probabilmente vi mancano delle cartelle in Windows necessarie per il corretto funzionamento dello store.
  • Aprite Esplora file (Tasto Microsoft + e)
  • Verificate la presenza delle cartelle:
  • AppCompat
  • apppatch
  • AppReadiness
  • AUInstallAgent
  • Se qualcuna di queste cartelle dovesse mancare createla con lo stesso nome che vi ho indicato, e che potete copiare (CTRL+C) ed incollare (CTRL+V)
  • Accertatevi di aver chiuso lo store
  • Riavviatelo eseguendo il comando: wsreset.exe (Tasto Microsoft + r o da prompt dei comandi)
    ad installare

TiWorker utilizza il processore intensamente

Se sul contatore delle performance del tuo server il processo: TiWorker.exe sta consumando tutte le risorse di CPU con processi tra il 50% ed il 100%, allora il problema potrebbe essere nell’aggiornamento e nella pulizia dell’immagine di Windows server 2012 R2

TiWorker è l’eseguibile MS Windows installer worker, quando Windows esegue la schermata di installazione per una nuova installazione o un aggiornamento, questo eseguibile è coinvolto. Lo si può trovare in molti aggiornamenti di sistema o durante l’installazione dei moduli di MS Windows

Per ripulire dalle varie versioni e utilizzare solo la più aggiornata riducendo tempi di ricerca usa questa linea di comando da una prompt dei comandi con privilegi dia amministratore.

DISM /online /cleanup-image /restorehealth

Appunti per il viaggio in Islanda

Alcuni consigli per il viaggio in Islanda e link utili. Non vi dirò dove andare, ma cercherò di esservi utile.

Mappe:

Purtroppo non tutti i navigatori supportano le carte stradali dell’Islanda, Tom Tom e Michelin ad esempio non possiedono alcuna mappa sull’isola. Se vi serve un navigatore prendetelo direttamente sulla macchina, spesso è indispensabile per capire tempi di percorrenza e destinazioni. Google maps non ha invece tutte le informazioni sulle F-roads e spesso la cartina non è facilmente leggibile, se volete quindi pianificare escursioni fuori dal ring allora è meglio cercare da altre parti. Online il miglior sito di mappe è:

http://en.ja.is/kort/?type=map

Meteo: se decidete le destinazioni giorno per giorno, prevedere il tempo con buona affidabilità è importante. Il sito del centro meteorologico islandese è molto dettagliato, suddiviso in aree e possiede altre informazioni utilissime come il livello dei fiumi e le strade chiuse per pericolo. Non da ultimo ha una sezione dedicata interamente ai terremoti e all’attività vulcanica.

http://en.vedur.is/

Auto e strade: La scelta dell’auto dipende molto dal tipo di vacanza che avete in mente. Se le mete previste sono tutte sul hringvegur, non ha senso prendere un auto per le F-roads. Qualsiasi auto si prenda, conviene sempre prendere tutte le coperture assicurative, soprattutto la “gravel protection” perché di ghiaia, in Islanda, ce n’è parecchia per strada. Anche la protezione dei vetri andrebbe presa assolutamente. Un’altra dotazione importante  è il navigatore. Sulla nostra auto (una Dodge Caliber) era presente un navigatore della Garmin che possedeva pressoché tutte le strade, compreso le F-roads. Senza navigatore, trovare alcune destinazioni sarebbe stato complicato. Comunque per pianificare il viaggio consiglio sempre l’uso di una cartina.

Da considerare che sul Hringvergur (la strada che compie il giro dell’isola saltando i posti più impervi) la velocità massima è di 90 km/h, mentre sulle F-roads, difficilmente si riesce ad andare più velocemente dei 50 km/h. Questo obbliga una adeguata pianificazione degli itinerari e dei tempi, non pensate che 200 km possano essere fatti in 2 ore. Per quel che riguarda il carburante, non ci sono problemi fino a che non ci si avventura per una F-roads, dove non ho visto nessun distributore. Riguardo alle F-roads, sono tutte sterrate, spesso mal  conce per colpa della pioggia e talvolta del traffico. Se va bene hanno un fondo di ghiaia, e spesso hanno pendenze importanti e guadi da fare, dai fiumiciattoli a veri e propri fiumi. Guardate sempre il sito di informazioni sullo stato delle strade per non provare delusioni o dover tornare indietro a pochi chilometri dalla meta.

http://www.vegagerdin.is/english/